Fedan House: Idraulico Milano Riparazioni e sostituzioni idrauliche a Milano e provincia, dal lunedì alla domenica
Home » BLOG » Rottama la tua vecchia caldaia

Rottama la tua vecchia caldaia

Rottama la tua vecchia caldaia - Fedan House: Idraulico Milano

 Il forte inquinamento che ormai si respira e si vive quotidianamente soprattutto nelle grandi metropoli è un 'ottimo motivo per pensare alla sostituzione della nostra vecchia caldaia 

17/07/2017

Il forte inquinamento che ormai si respira e si vive quotidianamente soprattutto nelle grandi metropoli è un 'ottimo motivo per pensare alla sostituzione della nostra vecchia caldaia e, questo ci farebbe guadagnare sicuramente in salute e soldi.

 

Da un punto di vista economico nel 2017 perchè dovremmo provvedere alla sostituzione della caldaia tradizionale (a gas o a camera stagna) considerata non piu' convenzionale?

Sicuramente Il Decreto Caldaiette varato a fine gennaio 2017 è un buono stimolo.



Si tratta di un insieme di norme che classificano gli impianti in base alle emissioni prodotte.

Questo decreto prevede una serie di incentivi e agevolazioni per chi procede alla sostituzione della vecchia caldaia entro il 31.12.17 con una nuova caldaia a condensazione o una caldaia a pompa di calore, o una caldaia a biomassa.

 

Questi sono tutti impianti comunque ad elevata efficienza energetica.

- E' cosi' che in gran parte riduciamo l'inquinamento e i danni che provoca.

- E' cosi che riduciamo la spesa che useremmo per la manutenzione della caldaia obsoleta.

- E' cosi che si realizza il nostro concetto di guadagnare recuperando quanto speso.

 

Come si realizza tutto cio'

Semplice:

gli incentivi statali prevedono una detrazione fiscale del 65% se si tratta di interventi di riqualificazione energetica, ossia provvedere alla sostituzione del vecchio impianto di riscaldamento.

Di questi incentivi possiamo ususfruirne fino al 31 dicembre 2017 (per i privati) e fino al 31 dicembre 2021 (per le parti comuni dei condomini).

La detrazione fiscale è spalmabile su 10 anni ,cioè l’incentivo fiscale viene recuperato con 10 quote di uguale valore.

 

 

Ma tra le caldaie a maggior risparmio energetico quale è quella che ci fa guadagnare di piu' e ci fa risparmiare

 

Ecco alcuni tipi di caldaie convenzionali e le loro caratteristiche:

 

 

CALDAIA A BIOMASSA:

 

Riscaldare la propria abitazione con un combustibile derivato dalla natura, ottenere quindi 

minore inquinamento (infatti questo tipo di combustione non altera la quantità di anidride carbonica presente nell'atmosfera) si tratta infatti di materiale meno infiammabile, avere un maggior risparmio energetico  dover provvedere ad una semplice manutenzione e avere una riduzione dei costi sulla bolletta:

ecco LA CALDAIA A BIOMASSA.

 

Questa funziona facendo bruciare materiali vegetali come il legno dal quale si ottengono dei tronchetti cosiddetti pellet e cippato e si usa uno o l'altro a seconda del modello.

Il cippato è sconsigliato per le caldaie di uso domestico, altri materiali che possono bruciare sono il mais e i noccioli di sansa, ma la scelta è sempre in base al modello della caldaia .

In breve la resa calorica è fino al 90% , viene generata acqua calda e viene prodotto riscaldamento per tutto l'appartamento.

 

 

CALDAIA A CONDENSAZIONE

 

Sono oggi le piu' moderne ed ecologiche, riducono le emissioni inquinanti fino al 70%, la massima e migliore prestazione è data quando le caldaie a condensazione funzionano a basse temperature cioè piu' basse rispetto a quelle tradizionali ossia quando i termosifoni sono regolati in modo da non essere troppo caldi.

 

Il funzionamento: prevede la condensazione del vapore acqueo e dei fumi di scarico, lo scopo è fornire calore all'acqua che scorre nei radiatori che a loro volta riscaldano l'ambiente .

 

Materiale Utilizzato:queste caldaie utilizzano serpentine realizzate con metalli resistenti come acciaio inox , lega in alluminio-silicio e magnesio, a volte anche in plastica ( sopratturo per i tubi di scarico)

 

Tecnologia: utilizza tubi di scarico per i fumi e anche per lo scarico dell'acqua di condensa che si forma toccando le pareti fredde del camino.

 

La scelta della caldaia avviene in base al calcolo del fabbisogno di calore necessario per la casa o l'appartamento nel quale dovrà essere installata e viene misurato in KW per metro cubo. 

Questo tipo di caldaia richiede manutenzione e revisioni periodiche che permettono di verificare che non ci sia dispersione di calore e spreco di energia.

 

Un po' piu' costosa di quella tradizionale ma siccome ottimizza i consumi consente un notevole risparmio sulle spese di riscaldamento.

 

 

 

 

CALDAIA A POMPA DI CALORE

Con la pompa di calore ci si riscalda in inverno e ci si rinfresca in estate, è la caldaia ideale per il riscaldamento ed il raffreddamento degli ambienti, senza dover instalare impianti di condizionamento.

Può essere installata negli uffici nei negozi nei capannoni e negli appartamenti.

 

Nelle famiglie vanno per la maggiore le caldaie a pompa aria – acqua il sistema di funzionamento prevede il recupero di energia esterna che viene utilizzata per scaldare i tubi dell'impianto di riscaldamento, mediante un fluido refrigerante è lui che ha il compito di trasportare energia termica, in estate invece per raffrddare l'ambiente il sistema si inverte, ossia la caldaia non fa altro che asportare il calore dall'ambiente interno verso quello esterno.

 

Non crea inquinamento,

non brucia combustibile

non danneggia la salute

Ricordiamo i vantaggi:

 

  • riparmio di energia dal 40 al 60 %
  • riduzione di emissione di anidride carbonica
  • riduzione costi di manutenzione
  • sostituisce il condizionatore
  • detrazione fiscale
  • facile installazione (un solo impianto per il freddo e per il caldo e puo' essere installata sia all'esterno che all'interno di un ambiente)

 

Appurato che usa una minore energia rispetto al calore che serve per riscaldare l'ambiente, possiamo affermare che con la caldaia a pompa otteniamo

un minimo consumo con una massima resa.